Pizza Napoletana e Pizza Romana: la differenza sostanziale

Chi non ama la pizza? Ognuno di noi ha una preferenza: che si tratti della scelta degli ingredienti o dell’impasto, la pizza è un cibo che mette d’accordo tutti. Ci sono molte differenze anche in Italia per quanto riguarda la preparazione della pizza: quante volte avete visto una pizza differente, magari più sottile, rispetto alla classica napoletana, che invece prevede il bordo alto?

Anche qui in Italia ognuno ha voluto preparare la propria versione della pizza. Inventata a Napoli, stiamo parlando di una delle ricette più rivisitate al mondo. Voi vi chiedete come è possibile, forse. Ebbene: la scelta degli ingredienti è fondamentale, ma non è l’unica cosa in grado di differenziare le pizze. Per esempio, c’è chi la fa lievitare 24, 48 o più ore e chi, invece, opta per tempi di lievitazione più brevi

Una delle più grandi differenze in Italia per quanto riguarda la pizza dobbiamo ricercarla a Roma e a Napoli. Per comprendere al meglio le differenze, abbiamo pensato di creare due paragrafi e darvi un’idea di cosa aspettarvi!

 

La pizza romana: ecco come è fatta

 

La sua pasta tende a essere molto sottile e croccante. Infatti, non a caso uno dei termini più diffusi quando la acquistiamo è “scrocchiarella”. Il suo bordo è bassissimo e friabile. Contrariamente alla napoletana, nell’impasto qui è prevista l’aggiunta di olio e viene utilizzata la farina di grano tenero. Viene cotta in forno per più tempo ed è stesa tipicamente con l’aiuto di un mattarello.

 

Ecco le caratteristiche della pizza napoletana!

 

Rispetto alla romana, la sua pasta è morbidissima, infatti è composta dal 70% di acqua. Il suo bordo è molto alto, soffice ed è spesso ripieno di ricotta fresca. Nel suo impasto non è presente alcun grasso, né strutto né olio. Tendenzialmente, la pizza che ordinate a Napoli è cotta nel forno a legna, per garantire quel sapore rustico che la contraddistingue da tutte le altre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *